Un progetto di

Partner

Il decalogo del buon demagogo

“Gli immigrati ci invadono”. E la platea si infiamma. Sembra di essere ad Annozero o a Porta a Porta, invece siamo all’incontro “Demagogia: la deriva populista della democrazia”, a cura dell’associazione Ludwig in collaborazione con gli allievi della Scuola Holden. Due attori, nascosti tra il pubblico, accendono la discussione sul tema immigrazione, a riprova che ormai “il litigio è in modalità automatica”.

L’escamotage è servito ai due relatori del laboratorio, Marzia Camarda e Simone Lattes, entrambi membri di Ludwig, per spiegare quali sono le caratteristiche del linguaggio demagogico che potrebbero essere riassunte in: semplificare, terrorizzare, promettere e far dimenticare. La mission del demagogo, infatti, è quella di fare leva sulle emozioni e i pregiudizi della gente per trascinare le masse a proprio vantaggio personale.

E come fa tutto questo? Il segreto sta nel semplificare il più possibile il linguaggio e puntare sullo scontro verbale. Il demagogo deve cercare di creare un senso di allarme perenne per dare l’idea di essere l’unico in grado di risolvere il problema. E se non dovesse riuscire a mantenere le promesse, è meglio distogliere l’attenzione su qualcos’altro, bombardano i cittadini di informazioni ma sempre tenendo ben lontani i dati, ovvero la verità. Un piccolo tuffo in quello che fa quotidianamente la nostra classe politica, senza che ce ne rendiamo conto, perché siamo ormai assuefatti al circolo vizioso della demagogia.

Carlotta Addante, Master in Giornalismo di Torino

Cosa e' Biennale Democrazia?
Biennale Democrazia è un laboratorio pubblico permanente, radicato nel territorio e rivolto alle grandi dimensioni della politica odierna, aperto al dialogo, capace di coinvolgere i giovani delle scuole e delle università e destinato a tutti i cittadini. Il progetto si articola in una serie di momenti preparatori e di tappe intermedie - laboratori per le scuole, iniziative destinate ai giovani, workshop di discussione, proposte specifiche - che culminano, ogni due anni, in cinque giorni di appuntamenti pubblici: lezioni, dibattiti, letture, forum internazionali, seminari di approfondimento e momenti diversi di coinvolgimento attivo della cittadinanza.
Galleria Fotografica
  • Biennale Democrazia 2009
  • Biennale Democrazia 2009
  • Biennale Democrazia 2009
  • Biennale Democrazia 2009

Hessel ai giovani: reagite per costruire insieme un futuro di libertà e giustizia

  Sono le parole di Stephane Hessel ad aprire l’assemblea di chiusura del Campus di Biennale Democrazia: “Non basta indignarsi, bisogna cercare insieme di costruire libertà e giustizia. L’impegno dei singoli non è sufficiente. Bisogna unirsi per chiedere giustizia. L’anniversario dei 150 anni dell’Unità d’Italia è un momento stupendo per ritrovarsi. Democrazia, in greco, vuol […]

Il rapporto finale della discussione informata sul federalismo

è possibile scaricare il documento con i risultati della discussione informata di Biennale Democrazia svoltasi da dicembre 2010 ad aprile 2011, a Torino e nelle città partner del progetto, Firenze e Lamezia Terme.   Scarica il documento

Galleria Video
TubePressYouTube responded to TubePress with an HTTP 410 - No longer available